Registrazione dell’assemblea condominiale

Un quesito che i condomini si chiedono in merito alle consuete riunioni dell’assemblea condominiale è se è lecito registrare lo svolgimento delle assemblee condominiali e se è possibile farlo senza comunicarlo agli altri condomini. Ogni condomino ha diritto di chiedere all’amministratore che la riunione condominiale sia registrata. Tale richiesta non può essere rigettata senza giustificato motivo (Trib. Bologna 596/1999). Inoltre la registrazione, permette di garantire la correttezza di quanto trascritto nel verbale dell’assemblea e potrebbe essere utilizzata in giudizio a scopo probatorio. La Cassazione ha anche chiarito (Cass. 18908/2011) che un condomino che voglia registrare fonograficamente ciò che viene detto durante l’assemblea ha pieno diritto e non commette nessun tipo di illecito anche nel caso in cui la registrazione avviene senza comunicazione agli altri condomini o all’amministratore.
La Cassazione inoltre aggiunge che, ciascun partecipante ad una conversazione, sia essa una riunione di condominio o un colloquio tra amici, accetta il rischio di essere registrato (Cass. 18908/2011).
Inoltre, non si verifica la lesione alla privacy dei partecipanti, in quanto la registrazione non dà luogo alla «compromissione del diritto alla segretezza della comunicazione, il cui contenuto viene legittimamente appreso solo da chi palesemente vi partecipa o assiste» (Cass. S.U. 36747/2003).
È importante sottolineare però che nonostante ogni partecipante all’assemblea abbia il diritto di registrare durante l’assemblea, egli è tenuto a non divulgare il contenuto a terzi non presenti durante l’assemblea. In questo caso si verificherebbe un reato (art. 167 d.lgs. 196/2003), salvo il caso in cui si sia ottenuto il consenso alla divulgazione da parte di tutti i partecipanti all’adunanza o che la diffusione si renda necessaria per tutelare un proprio diritto.
Come detto in precedenza la registrazione audio dell’assemblea condominiale può avere come fine quella di poter essere utilizzata in giudizio sia civile che penale con il valore di prova. Le norme giuridiche in merito a ciò scrivono che «la registrazione su nastro magnetico di una conversazione telefonica può costituire fonte di prova, a norma dell’art. 2712 cod. civ., se colui contro il quale la registrazione è prodotta non contesti che la conversazione sia realmente avvenuta e che abbia avuto il tenore risultante dal nastro, sempre che non si tratti di conversazione svoltasi tra soggetti estranei alla lite» (Cass. 8219/1996; Cass. 122016/1993).Inoltre, affinché il giudice possa trarre argomenti di prova dalla registrazione è necessario che almeno uno dei soggetti tra cui si compie la conversazione sia una parte in causa (Cass. Ord. 5259/2017).
In ambito penale, invece, il file audio rappresenta una prova documentale ed è liberamente valutabile dal giudice. Inoltre, le registrazioni fornite da uno dei condomini partecipanti«non necessitano dell’autorizzazione del giudice per le indagini preliminari, ai sensi dell’art. 267 c.p.p., in quanto non rientrano nel concetto di intercettazione in senso tecnico, ma si risolvono in una particolare forma di documentazione che non è sottoposta alle limitazioni ed alle formalità proprie delle intercettazioni» (Cass.24288/2016).
La questione è diversa se invece che una registrazione fonografica si vuole eseguire una registrazione video. La videoregistrazione, nello specifico, deve sempre essere autorizzata da tutti i presenti, in caso contrario, le riprese all’insaputa dei partecipanti all’assemblea, rappresenta unreato.
L’autorità garante per la protezione dei dati personali nel vademecum“il condominio e la privacy”, a tal proposito, ha chiarito che «l’assemblea condominiale può essere videoregistrata, ma solo con il consenso informato di tutti i partecipanti. E che la documentazione, su qualsiasi supporto, deve essere conservata al riparo da accessi indebiti».

Staff Condominio Online

Email: wordpress@extra-web.it

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2018 Condominio-online.com® è un marchio di proprietà ELIVIT Srl - CF: 02809620343 - Note legali | Privacy | Cookies | Website by Extraweb® Srl

oppure

Accedi con le tue credenziali

oppure    

Forgot your details?

oppure

Create Account