Quando ci si accinge al passaggio di consegna tra amministratori, potrebbero anche verificarsi situazioni di difficoltà, per la reticenza dell’amministratore uscente. Il rapporto che intercorre tra amministratore e condomini è un rapporto identificato nel contratto di mandato ex art. 1703 del codice civile, laddove una parte (l’amministratore) si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto dell’altra. L’amministratore di condominio assume il ruolo di mandatario, è deve espletare il mandato ad egli conferito secondo il principio della diligenza del buon padre di famiglia ex art. dell’art. 1710 del codice civile. Questo resta il parametro in linea di principio sul quale si valuta la condotta dell’amministratore di condominio anche in caso di contestazioni giudiziarie.

Lascia un commento